Esempio di crociera di sette giorni alle Isole Eolie

 

Esempio di Crociera Settimanale

Navigare verso le bellissime Isole Eolie note per le loro incomparabili bellezze costiere e subacquee e per i fondali tra i più ricchi di specie marine di tutto il Mediterraneo, significa entrare nel mondo marino delle “Sette meraviglie del Mediterraneo” così vengono anche chiamate le isole, grazie al loro straordinario fascino. Sette isole di origine vulcanica, l’una diversa dall’altra nei paesaggi e nel carattere, l’ambiente ideale per passare una settimana in barca a vela all’insegna del relax, del divertimento, del sole e della spensieratezza.

PRIMO GIORNO, SABATO

imbarco ore 19:00: Lipari – Marina Lunga
Il nostro tour comincia da Lipari, dove, dalle 19:00 del sabato, i nostri ospiti potranno imbarcarsi presso il pontile “Portosalvo”, a Marina Lunga, il quarto pontile galleggiante a circa 250 mt. dal molo di attracco degli aliscafi.

Noi saremo lì ad aspettarvi! “Conoscerete” da vicino le nostre imbarcazioni e, non appena saliti per prendere un po’ di confidenza con i nuovi spazi, procederemo all’assegnazione delle cabine; avrete il tempo di sistemare le vostre cose e riprendervi dal viaggio; uno dei momenti più divertenti sarà il “cattivissimo” briefing con lo Skipper, che ci permetterà di conoscerci un pò meglio!

Se vorrete uscire saremo felici di accompagnarvi per la cena e provare così insieme uno dei tanti ristoranti tipici Eoliani; sarà anche un’ottima occasione per cominciare a conoscerci e a conoscere le Eolie, famose anche per la loro cucina. Altrimenti a bordo non mancherà comunque niente per godersi un’ottima cena in relax…
Dopodiché, chi non è ancora stanco della giornata e non vuole tornare subito a bordo per coricarsi in cabina, potrà godersi una passeggiata per le vie del centro di Lipari, animate da diversi locali all’aperto con musica dal vivo….magari anche affacciarsi da Subba, “LA” pasticceria del corso di Lipari, che dal 1930 delizia anche i palati più fini con le sue specialità…granite, cassate e cannoli!

SECONDO GIORNO, DOMENICA

Panarea (12 Miglia)

La domenica mattina si mollano gli ormeggi….magari dopo aver fatto un salto in pescheria a comprare da Giuseppe dell’ottimo pesce fresco da gustare per pranzo!
Non appena salpati, vi accorgerete di cosa parlano i naviganti quando vi raccontano, rapiti, del mare e della sua poesia…”Sono cittadino del piu’ bel paese del mondo. Un paese dalle leggi dure ma semplici, che non bara mai, immenso e senza frontiere, dove la vita scorre al presente….” scriveva Bernard Moitessier; solo la barca a vela ed i suoi silenzi, i suoi colori ed i suoi profumi vi possono regalare attimi così inebrianti. Il senso di libertà che essa dona è impareggiabile, la vicinanza al mare mai scontata e sempre una sorpresa…imparerete ad apprezzarla durante tutta la settimana e sarà difficile poi tornare con i piedi per terra!

Ci dirigeremo subito verso le acque cristalline delle cave di Pomice per un primo bagno. Qui l’acqua, caraibica e trasparente, è un invito a tuffarsi; lo spettacolo è suggestivo: sul mare, di un azzurro chiarissimo e quasi vitreo, per i depositi di pomice sul fondo, si protendono ancora le vecchie passerelle che un tempo venivano usate per portare i carichi di pomice direttamente alle navi. Non esiste modo migliore per cominciare la vostra vacanza!

Navigheremo puntando la prua sull’isola di Panarea, la più “snob”, frivola e vacanziera delle sette, la “Capri” delle Eolie ; avremo circa 9 miglia di navigazione, che, se Eolo ci sarà favorevole effettueremo a vela…la brezza marina e l’incedere certo dello scafo contro le onde ci accompagneranno lungo il tragitto; c’è chi si gode il sole, chi un buon libro e chi ne approfitta per un meritato relax. Effettueremo la prima sosta a Cala Zimmari di lato a Punta Milazzese, cornice perfetta per un bagno e perché no, per un ottimo pranzo in barca. Un posto sicuro con venti costanti da N e NW, dai fondali sabbiosi ricchi di poseidonia.

Nel tardo pomeriggio decideremo poi se fermarci qua per la notte oppure, al tramonto, spostarci nei pressi dello scoglio di Dattilo di fronte al paese.

Al crepuscolo le Isole si mostrano in tutta la loro bellezza: la suggestione è data dalla natura che prorompe con straordinaria varietà di colori e sfumature in ogni dove…è esuberante Panarea, in ogni sua manifestazione, dalla spiaggia della Calcara con le fumarole, al giallo dello zolfo dei suoi scogli, nelle ripide pareti della costa occidentale, nelle rocce colonnari di Basiluzzo e in quelle a prismi della baia di Cala Junco.

Come sempre c’è chi si gode il tramonto aspettando di cenare sotto le stelle e chi invece non può rinunciare a visitare l’isola…per loro è il momento di scendere a terra! Insieme a passeggiare per le vie del paese, per poi ritrovarci al Raya, locale e discoteca, si, ma anche una delle tante tipiche costruzioni del paese…curatissima, fin nei minimi dettagli, una terrazza sul tetto piatto dalle tradizionali case eoliane, dai portici floridi e coloratissimi di ibiscus, bouganville e roseti, tutto sorretto da rotonde colonne. Gustare un aperitivo sulla terrazza del Raya, a luci soffuse, ammirando lo Stromboli che, inquieto, sbuffa all’orizzonte è un’esperienza che vale da sola questo viaggio! Ma è anche familiare Panarea: sia che scegliate di trascorrete in discoteca la vostra serata, sia che scegliate di passeggiare lungo i vicoli dell’isola o di rientrare nella tranquillità della Baia in barca per cenare siamo sicuri che trascorrete una splendida serata. Leggi tutto “Esempio di crociera di sette giorni alle Isole Eolie”